Cucina e lifestyleLettura 1 minuto

Cos'è la patina bianca che ricopre i mirtilli? Si chiama pruina

Mirtilli-pruina-Sant'Orsola

Mirtilli e pruina: sembra un difetto ma non lo è

I frutti di bosco incarnano i desideri del food contemporaneo: i loro colori vivaci, la delicatezza, le proprietà e la freschezza li hanno elevati rendendoli affascinanti e sempre più richiesti. Noi di Sant’Orsola abbiamo radici profonde nella produzione di frutti di bosco, da 40 anni ce ne occupiamo con grande cura, e tra questi un posto speciale ha il nostro mirtillo.

Coltiviamo infatti diverse varietà di mirtillo, che sono quelle del cosiddetto mirtillo gigante americano: caratteristico per le sue sfumature di colori avvolgenti che vanno dal blu al violaceo. Avete presente quella patina bianca che si deposita sulla buccia del mirtillo? È una sua preziosa alleata, e si chiama pruina.

Mirtilli-pruina-Sant'Orsola

La pruina: una cera protettiva

I produttori di Sant’Orsola sanno bene quale sia la sua funzione, ma non sempre questo vale per i consumatori, che vedendola potrebbero pensare a un difetto del frutto.

La pruina è una cera vegetale biancastra che si deposita naturalmente sulla buccia del mirtillo, ma anche su altri piccoli frutti, e la sua funzione principale è quella di proteggere il frutto dai Raggi UV così da non farlo disidratare eccessivamente. È quindi un segnale molto positivo trovarla sui frutti! Significa che sono stati poco maneggiati prima di arrivare sulla vostra tavola.

Quindi, la prossima volta che starete per scegliere i vostri mirtilli… occhio anche alla pruina!