Cucina e lifestyleLettura 4 minuti

Zero Spreco Tips: more troppo mature? Ecco come utilizzarle

More-troppo-mature-consigli-antispreco-SantOrsola

Mai troppo mature! 4 piccoli consigli per dare nuova vita alle more che (forse) stavate pensando di buttare

Le more sono delle vere e proprie esplosioni di sapore! Aspre e deliziose, sono i piccoli frutti perfetti per chi non ha paura di osare con i sapori forti.  La loro particolarità è quella di essere sode all’esterno e morbide e succose all’interno, restituendo al palato, nonostante le note prevalentemente acide, un gusto gradevole e molto intenso.

Se dimenticate per troppo tempo in frigorifero le more rischiano però di maturare troppo, perdendo la loro tipica consistenza e diventando eccessivamente morbide e dolci.

Niente paura: una mora troppo morbida e troppo matura non è ancora una mora da buttare! Per questo abbiamo pensato a 4 consigli d’uso per trasformare le vostre more dimenticate in 4 altrettanto gustose ricette.

Prima di cominciare, però, vogliamo darvi alcuni suggerimenti per conservarle al meglio:

  • Conservatele sempre in frigorifero e, dopo l’acquisto, cercate di trasportarle in una borsa termica per far sì che non subiscano sbalzi bruschi di temperatura, che ne accelererebbero il deperimento.
  • Mettete le more, una volta in frigo, in una posizione ben visibile: non rischierete di dimenticarle e di ritrovarle, dopo tanto tempo, ormai irrecuperabili.
  • Verificate che nel punto vendita in cui le acquistate siano conservate correttamente: in frigorifero o nel banco frigo.
  • Lavatele solo prima di consumarle e asciugatele con cura e delicatezza se dovete usarle come ingrediente in una ricetta. Non rimettetele mai in frigo una volta lavate!
  • Ricordate che le more, come tutti i piccoli frutti, deperiscono in fretta. Gustatele il prima possibile dopo averle acquistate, ed evitate di fare grandi scorte… A meno che non siate dei veri consumatori seriali!
More-troppo-mature-consigli-antispreco-SantOrsola

More troppo mature? Preparate una salsa dolce per abbinamenti salati

Lavate le more (100 g circa), asciugatele e mettetele in un pentolino con un cucchiaino di zucchero e qualche goccia di succo di limone. Cuocete per 5 minuti a fuoco basso, mescolando. Frullare le more con il minipimer fino a che non avrete ottenuto una salsa densa.

Questa salsa è perfetta per abbinamenti con pietanze salate. Il suo gusto dolce ed acidulo saprà creare il giusto contrasto con il sapore della carne arrosto, per esempio, o con quello di morti formaggi stagionati. Più mature sono le more, inoltre… meglio è! La salsa risulterà ancora più dolce e cremosa.

More-troppo-mature-consigli-antispreco-SantOrsola

More troppo mature? Trasformatele in uno sciroppo dolce

Portate a ebollizione 3 dl di acqua con mezzo kg di more e lasciate sobbollire per 30 minuti. Togliete la pentola dal fuoco e schiacciate le more con un mestolo. Lasciate intiepidire. Filtrate il succo in un recipiente graduato. Calcolate di utilizzare circa 50 g di zucchero per 1 dl di succo. Fate sobbollire il composto con la giusta quantità di zucchero e 2 cucchiai di succo di limone per circa 15 minuti. Versate lo sciroppo in bottiglie sterili, sigillate e lasciate raffreddare.

Come gustarlo al meglio? Diluitelo con acqua minerale fresca, aggiungendo qualche cubetto di ghiaccio, una fettina di lime e, perché no, un paio di more fresche. Otterrete una bevanda fresca e dissetante, perfetta per l’estate.

Lo sciroppo, riposto in un luogo fresco e asciutto, si conserverà per circa un mese. Una volta aperto, conservatelo in frigorifero e consumatelo entro pochi giorni.

More-troppo-mature-consigli-antispreco-SantOrsola

More troppo mature? Perfette per ghiaccioli e granite!

Ghiaccioli alle more (ricetta per prepararne 6)

Lavate bene 300 g di more molto mature e frullatele in un mixer. Aggiungete 3 cucchiai di acqua e 3 cucchiai di miele, continuando a frullare fino ad ottenere un composto omogeneo. Alla fine, aggiungete qualche fogliolina di menta o basilico, a seconda delle vostre preferenze. Versate negli stampi il composto e fatelo riposare per almeno un’ora in freezer. Togliete dal freezer i ghiaccioli alle more e inserite negli stampi lo stecco. Rimettete gli stampi in freezer per almeno un’altra ora. Estraete i ghiaccioli dagli stampi… Non resta che gustarli! I ghiaccioli si possono conservare in freezer per circa un mese.

Granita alle more velocissima 

Frullate con un minipimer 100 ml d’acqua, 40 g di zucchero e 200 g circa di more. Filtrate il succo e versatelo all’interno degli stampini per il ghiaccio, poi mettete in freezer. Una volta che il succo di more sarà congelato, frullate 8 cubetti di succo in un mixer. Aggiungete 2 o 3 cubetti di ghiaccio puro e frullate alla massima potenza fino ad ottenere la consistenza perfetta per la vostra granita. Servite e gustate!

More-troppo-mature-consigli-antispreco-SantOrsola

More troppo mature? Preparate delle caramelle gommose fatte in casa

Fate bollire in un pentolino 125 g di more mature, 80 g di zucchero e 10 g di sciroppo di glucosio per circa 15 minuti, fino a quando lo sciroppo non sarà evaporato. Strizzate 8 g di colla di pesce (che avrete precedentemente messo in ammollo) e aggiungetela al composto di more. Amalgamate bene e filtrate il composto. Rivestite una piccola teglia con la carta forno e spalmate uno strato spesso circa mezzo cm di salsa. Lasciate raffreddare. Dopo circa un giorno dalla preparazione della gelatina, potete preparare le caramelle! Tagliate dei piccoli cubetti, ripassateli nello zucchero e… che dire, una delizia! 

Ricordiamo che lo strato di gelatina si può conservare in frigo per 4/5 giorni. Ricetta per circa 30 caramelle.

Zero Spreco Tips Sant'Orsola: tanti consigli per conservare al meglio i frutti di bosco ed evitare gli sprechi in cucina (e non solo!)

Quante volte vi è capitato di buttare una fragola perché leggermente ammaccata? O di dimenticare una confezione di frutti di bosco in frigo? O di lavarne troppi rispetto a quelli che volevate mangiare, magari lasciandoli a mollo nell’acqua per troppo tempo?

È proprio da qui che siamo partiti quando abbiamo lanciato questa rubrica speciale, alla quale teniamo molto. Obiettivo? ZERO SPRECO! Come? Con tanti consigli utili e pratici per conservare bene i vostri piccoli frutti, consumarli nel modo migliore nelle diverse fasi di maturazione ed evitare il più possibile gli sprechi… Anche quando la situazione vi sembrerà (quasi!) disperata.

Leggi gli altri articoli della nostra rubrica Zero Spreco: